close

Vi trovate probabilmente su una pagina Internet non corretta di OBO-Bettermann. Potete passare alle versioni dei seguenti paesi:

Codice di Condotta

Codice di Condotta

OBO - Codice di Condotta in materia di Responsabilità sociale d'impresa

Introduzione
Noi, OBO Bettermann, affermiamo la nostra Responsabilità sociale d’impresa come parte delle nostre attività di lavoro a livello globale (nota a livello internazionale come “Responsabilità sociale d'impresa”). “Il Codice di Condotta OBO in materia di Responsabilità sociale d’impresa” (d’ora in avanti definito “CdC”) rappresenta una linea guida specialmente per quanto riguarda le condizioni di lavoro, la compatibilità sociale e ambientale, la trasparenza, la collaborazione e un dialogo basato sulla fiducia. Il contenuto del presente CdC è un’espressione dei nostri valori fondamentali a livello collettivo, come sono definiti nei nostri modelli concettuali di riferimento e in particolare come sono affermati nell’economia sociale di mercato.

Il CdC è pensato come obbligo auto imposto che ci guida nell’affrontare varie condizioni generali in un mercato globale, così come le sfide e le aspettative sociali che derivano da un’intensa collaborazione all’interno della catena dei valori.

1. Comprensione basilare della responsabilità sociale nella gestione aziendale
Una comprensione basilare reciproca della responsabilità sociale nella gestione aziendale è alla base del presente CdC. Questo significa per OBO Bettermann assumersi le proprie responsabilità tenendo conto delle conseguenze delle decisioni aziendali e delle proprie azioni a livello economico, tecnologico, sociale e ambientale e apportare un appropriato equilibrio di interessi. Noi contribuiamo volontariamente al benessere e allo sviluppo a lungo termine di una società globale in ogni momento possibile nelle sedi in cui svolgiamo le notre attività. Siamo propensi a raggiungere dei principi e valori etici universali, specialmente l’integrità, l’onestà e il rispetto della dignità umana.

2. Dove si applica il CdC
2.1 Questo CdC è in vigore in tutto il nostro gruppo societario e in tutte le nostre unità aziendali in tutto il mondo.
2.2 Ci impegniamo a promuovere il rispetto del contenuto del presente CdC in tutte le occasioni possibili tra i nostri fornitori e in altri punti della catena dei valori.

3. Valori fondamentali della responsabilità sociale nella gestione aziendale
Noi di OBO Bettermann lavoreremo in maniera attiva per garantire che i valori menzionati più sotto siano messi in pratica e seguiti ora e in futuro.

3.1 Rispetto delle leggi
Agiremo in rispetto delle leggi e degli altri requisiti di natura legale in vigore nei Paesi in cui svolgiamo i nostri affari. Per i Paesi che hanno una struttura istituzionale debole, valuteremo attentamente quali buone pratiche societarie del nostro Paese adottare al fine di sostenere una gestione societaria responsabile e solidale.

3.2 Integrità e governance organizzativa

3.2.1 Noi di OBO Bettermann svolgiamo le nostre attività sostenendo valori e principi etici universali,
specialmente l’integrità, l’onestà, il rispetto della dignità umana, l’apertura e la non discriminazione in base a religione, ideologia, genere ed etnia.
3.2.2 Noi rifiutiamo la corruzione e la concussione, come definite nella relativa Convenzione ONU (Convenzione contro la corruzione del 2003, in vigore dal 2005) e promuoviamo la trasparenza, l’integrità nel commercio, la l responsabile e la responsabilità societaria.
3.2.3 OBO Bettermann mette in atto delle pratiche aziendali limpide e riconosciute e una concorrenza leale. Relativamente alla concorrenza, ci impegniamo ad agire in modo professionale e su alti standard di qualità per il lavoro. Noi di OBO Bettermann incoraggiamo la collaborazione e un’interazione basata sulla fiducia con le autorità di supervisione. Inoltre agiremo nel rispetto dei parametri della “Guida all’attività della nostra associazione - Istruzioni per l’osservanza della Legge sulla concorrenza relativa al Zentralverband Elektrotechnik- und Elektronikindustrie e.V".

3.3 Interessi del consumatore
Nel momento in cui sono interessati gli interessi dei consumatori, noi ci atteniamo a norme che proteggono il consumatore e a pratiche appropriate relative a vendite, marketing e informazione. I gruppi che necessitino di una protezione speciale (ad es. giovani, persone gravemente invalide) riceveranno un’attenzione speciale.

3.4 Comunicazione
Noi di OBO Bettermann comunicheremo in maniera aperta e orientata al dialogo relativamente ai requisiti del presente CdC e alla sua attuazione tra dipendenti, clienti, fornitori e tra le altre persone interessate. Tutti i documenti e le informazioni saranno debitamente prodotti. Non saranno modificati o distrutti in modo scorretto. Saranno conservati in maniera appropriata. I segreti societari e le informazioni aziendali dei partner saranno gestiti in maniera sensibile e conservati in maniera riservata.

3.5 Diritti umani
Siamo impegnati nel promuovere i diritti umani in rispetto ai diritti umani indicati nello Statuto delle Nazioni Unite (Illustrazione generale dei diritti umani, Risoluzione ONU 217 A (111) del 1948), specialmente quelli nominati nei seguenti punti:

3.5.1 Privacy
Protezione della privacy.
3.5.2 Salute e sicurezza
Garantire la salute e la sicurezza sul lavoro, specialmente tramite la garanzia di un ambiente di lavoro sicuro e votato alla salute, evitando incidenti e infortuni.
3.5.3 Molestie
Protezione dei dipendenti contro punizioni corporali e molestie o abusi di natura fisica o sessuale (psicologici o verbali).
3.5.4 Libertà di coscienza
Protezione e garanzia del diritto alla libertà di coscienza e alla libertà di espressione.

3.6 Condizioni di lavoro
Noi di OBO Bettermann ci atteniamo ai seguenti standard fondamentali sul lavoro dell’ILO (Organizzazione internazionale del lavoro).

3.6.1 Lavoro minorile
La proibizione del lavoro minorile, cioè l’impiego di persone al di sotto dei 15 anni, salvo che i requisiti legali non specifichino un limite d’età maggiore e salvo che non siano ammesse eccezioni (Convenzione ILO N° 138 del 1973 e Convenzione ILO N° 182 del 1999).
3.6.2 Lavoro forzato
La proibizione del lavoro forzato di qualsiasi tipo (Convenzione ILO N° 29 del 1930 e Convenzione ILO N° 105 del 1957).
3.6.3 Compensazione monetaria
Standard di lavoro riguardo i compensi, specialmente relativamente al livello del compenso come indicato nelle leggi e nelle norme in vigore (Convenzione ILO N° 100 del 1951).
3.6.4 Diritti dei dipendenti
Rispetto dei diritti dei dipendenti in relazione alla libertà di associazione, alla libertà di assemblea e alla contrattazione collettiva salvo che siano consentite per legge e possibili nei rispettivi Paesi (Convenzione ILO N° 87 del 1948 e Convenzione ILO N° 98 del 1949).
3.6.5 Proibizione della discriminazione
Trattamento di tutti i dipendenti in maniera non discriminatoria (Convenzione ILO N° 111 del 1958).

3.7 Ore di lavoro
Ci atteniamo a standard di lavoro entro il limite di durata massimo consentito.

3.8 Protezione dell’ambiente
Rispettiamo i requisiti e gli standard per la protezione ambientale che impegnano le nostre operazioni e azioni in maniera ecocompatibile in tutte le sedi in cui operiamo. Per ulteriori responsabilità in relazione alle risorse naturali, ci atteniamo ai principi della Dichiarazione di Rio (I 27 principi della “Dichiarazione di Rio sull’ambiente e sullo sviluppo” del 1992, risultato della Conferenza ONU sull’ambiente e sullo sviluppo di Rio de Janeiro).

3.9 Impegno civile
Noi di OBO Bettermann contribuiamo allo sviluppo economico e sociale dei Paesi e delle regioni in cui svolgiamo le nostre attività e promuoviamo appropriate attività di volontariato da parte dei nostri dipendenti.

4. Attuazione e applicazione
Effettueremo qualsiasi sforzo ragionevole e appropriato per attuare e applicare i principi e i valori descritti in questo CdC, ora e in futuro. I collaboratori saranno informati delle misure di base su richiesta e nell’ambito di una reciproca cooperazione, in maniera tale da rendere osservabile come viene fondamentalmente garantita l’aderenza a queste misure. Non esiste alcun diritto di divulgare segreti operativi o aziendali riguardo la concorrenza o qualsiasi altra informazione che deve essere protetta.

Andreas Bettermann, CEO

Menden, 9.11.2015